Skip to main content

La Giornata Internazionale Per La Consapevolezza Sul Disarmo E La Non Proliferazione

28 Marzo 2024
La Giornata Internazionale Per La Consapevolezza Sul Disarmo E La Non Proliferazione

Si celebra ogni anno il 5 marzo la Giornata Internazionale per la consapevolezza sul disarmo e la non proliferazione delle armi. Questa giornata è di recente istituzione, infatti è stata approvata con una risoluzione dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite del 7 dicembre 2022. 

La giornata è stata votata su iniziativa del Kazakhstan, il quale aveva già promosso l’introduzione della Giornata internazionale contro i test nucleari. 

Con l’istituzione di questa giornata molto significativa in questi anni di guerre e conflitti, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, ha invitato tutti gli Stati membri, la società civile, il mondo accademico, i media e ogni cittadino a lavorare e diffondere l’importanza di una giusta consapevolezza sul disarmo e sulla non proliferazione. 

Infatti, l’istituzione di questa giornata è volta alla promozione di una maggiore consapevolezza e comprensione di queste tematiche, specialmente tra le nuove generazioni. L’istituzione di questa giornata da parte dell’Assemblea Generale rispecchia l’impegno dell’ONU, sin dalla sua fondazione, verso i temi del disarmo multilaterale e della limitazione degli armamenti, per il mantenimento a lungo termine della pace e della sicurezza a livello internazionale. 

La Giornata Internazionale per la consapevolezza sul disarmo e della non proliferazione, in questo senso, assume una maggiore importanza se si pensa al periodo storico in cui ci troviamo, dove le spese militari sono in aumento e le tensioni geopolitiche sono ai massimi storici.  Quindi, mentre l’Assemblea generale ha confermato l’impegno verso queste tematiche, alcuni leader, anche mediante l’utilizzo dell’intelligenza artificiale, utilizzano ordigni esplosivi ed armi tecnologicamente più avanzati. La sempre maggiore presenza di armi a distruzione di massa, in particolare quelle nucleari, desta molte preoccupazioni a causa del loro potere distruttivo e perché potrebbe portare ad una sfida tra le varie superpotenze per il controllo del sistema internazionale. Infatti, secondo una statistica portata avanti da SIPRI, Stockholm International Peace Research Institute, le spese militari nel corso del 2022 sono salite del 3,7% rispetto all’anno precedente e del 19% nel corso del decennio 2013-2022.

Durante la prima Giornata Internazionale per il disarmo, il Segretario Generale dell’ONU Antonio Guterres, in un messaggio ha evidenziato come “il pericolo che si cela dietro le armi nucleari che continuano a minacciare l’umanità con livelli record di spese militari, crescente sfiducia e tensioni geopolitiche che, lasciate incontrollate, potrebbero precipitare in un conflitto ancora più grande”. 

Il suo messaggio si è concluso con la speranza al disarmo e alla non proliferazione per il futuro della pace e del nostro pianeta. 

Anche la rete italiana di pace e disarmo, con tutte le associazioni aderenti, si unisce all’ONU e ai suoi Stati membri e alla società civile a livello nazionale ed internazionale nello sviluppo di percorsi specifici circa i temi del disarmo e la costruzione di percorsi di pace. 

Per la redazione

Cristina Castro

Giornata contro i test nucleari: Rete Pace Disarmo ne parla alla Televisione Svizzera

Rubriche
Appunti di vista
Lascia un commento

Rispondi

Rimani aggiornato con i nostri eventi
Iscriviti alla Newsletter di Appunti di Pace